Beni culturali e turismo

Volontariato e beni culturali in Basilicata. La collaborazione tra Terzo Settore e luoghi della cultura – Indagine

La ricerca si basa su due indagini complementari condotte in parallelo nel periodo aprile-maggio 2018, per indagare rispettivamente l’offerta e la domanda di
volontariato nella valorizzazione dei beni culturali in Basilicata.


“Il ruolo dei volontari per la valorizzazione dei beni culturali”– per conto di Cesvot

La ricerca costituisce il  primo Rapporto annuale sul Terzo Settore in Toscana che opera nella filiera della cultura e dei beni culturali. Il lavoro vuole essere di supporto ad una riflessione trasversale sulla risoluzione delle problematiche inerenti il settore e contribuire a creare un sistema informativo a favore degli operatori, valorizzando  anche attraverso approfondimenti qualitativi, le esperienze e le “buone prassi”.

 

La valorizzazione dell’accoglienza al pellegrino lungo la Via Francigena in Lombardia – Indagine conoscitiva

Obiettivi della ricerca sono definire lo stato dell’arte dei servizi e delle attività in corso o in fase di programmazione sul Cammino nel tratto lombardo, delineare le azioni di valorizzazione del tratto lombardo della Via Francigena da parte di Regione Lombardia e  focalizzare i punti di forza del sistema, le opportunità di collaborazione pubblico/privato e le sinergie tra istituzioni.


La valorizzazione dell’accoglienza al pellegrino lungo la via Francigena in Puglia – Indagine conoscitiva

Verificare lo stato dell’arte dell’infrastrutturazione, dei servizi e delle politiche di valorizzazione lungo l’antica via in Puglia sono gli obiettivi dell’indagine avviata in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene nell’ambito del progetto “Monti Dauni: valorizzazione integrata delle eccellenze di carattere culturale, religioso, paesaggistico ed enogastronomico”, promosso da Regione Puglia e Puglia Promozione.


Rapporto Nazionale sui Modelli di Sviluppo delle Città d’ Arte

Elaborare modelli specifici per preservare le caratteristiche tangibili delle città d’arte, al fine di stimolare lo sviluppo economico e sociale del territorio muovendo da vivibilità, soluzioni di compatibilità con l’innovazione tecnologica, conservazione dell’animus loci, politiche di PPP e soluzioni gestionali replicabili.


2013 Il brand “Via Francigena” in Toscana

La progressiva diffusione dei social network ha reso disponibile una massiccia e inedita quantità di dati sulle preferenze e sulle opinioni degli utenti che usano il Web 2.0. In un anno che vede la Via Francigena Toscana fulcro di un importante programma di promozione regionale, l’analisi ha rilevato l’opinione espressa online restituendo un quadro quali-quantitativo relativo alle opportunità, criticità e motivazioni che spingono i turisti e non a frequentarla.


2013 Art&Turism nel sud Italia

Art&Tourism basa la sua raccolta dati su una piattaforma semantica di analisi reputazionale, per intercettare il sentiment degli utenti dei social network, rispetto a sette città d’arte del Sud Italia. L’obiettivo è quello di comprendere l’immagine percepita dall’utenza nei confronti di: infrastrutture, servizi e musei.


2013 Neoluoghi – Mitopoiesi dei fenomeni culturali e processi di riappropriazione

L’indagine focalizza metodologie per l’analisi dei temi pervasivi che percorrono la società contemporanea e che quindi possono dar vita ad opportunità di rappresentazione tematica. Presenta anche le basi dei requisiti dell’utente e l’architettura applicativa di una soluzione software di digital library orientata alle funzioni di comunicazione culturale.


2013 Parchi culturali tematici

La ricerca prende avvio dalla constatazione dell’esigenza di un nuovo approccio ai beni culturali e di una fruizione più partecipativa e immersiva, concentrandosi sul definire e dare forma a un ambiente in cui l’utente, considerato attore nella narrazione, possa assumere un ruolo attivo, al fine di individuare soluzioni progettuali.


2010-2011 Te.Be. Tecnologie e Beni culturali – Modelli di Business nelle Tecnologie ICT applicate alla valorizzazione dei Beni Cultura

Verificare lo stato dell’arte dell’applicazione delle nuove tecnologie ai beni culturali e identificare modelli di business per lo sviluppo del sistema imprenditoriale nel settore: questi gli obiettivi di TeBe, rapporto che ha restuito una visione di mercato imperfetto e una serie di indicazioni per rafforzare la filiera beni culturali-tecnologia-turismo.


2010-2011 Volontariato e Beni Culturali: lo stato dell’arte in Toscana

Rivolta a tutti i musei, le biblioteche e gli archivi della Toscana per verificare lo stato dell’arte delle collaborazioni in essere tra le associazioni di volontariato ed i luoghi della cultura.Questa la base della Magna Charta del volontariato per i beni culturali.


2009-2010 Rapporto sul fabbisogno professionale per la gestione dei beni culturali negli Enti Locali

Se è vero che dalla cultura si può ripartire, è altrettanto evidente la necessità di sviluppare le competenze del management pubblico, in un quadro evolutivo in continuo sviluppo. Il rapporto ha verificato i fabbisogni di professionalità specifici negli enti per comprendere quali siano i set di competenze necessari ad attuare politiche di valorizzazione integrate dei beni culturali.


Formez: analisi reputazionale delle città d’arte

L’analisi reputazionale realizzata da Promo Pa Formazione per Formez ha l’obiettivo di comprendere attraverso l’ascolto dei social network quale sia l’immagine (il sentiment) percepita dall’utenza nei confronti della città.