Smart working nella Pubblica Amministrazione

Smart working nella Pubblica Amministrazione

Redazione, attuazione e sviluppo dei POLA (Piano Organizzativo Lavoro Agile)

Nel periodo emergenziale dovuto al COVID-19 la maggior parte dei dipendenti pubblici è stata catapultata dall’oggi al domani nello smart working per necessità, come se fosse la cosa più intuitiva ed immediata del mondo e senza una guida. Molti si sono trovati a casa a fronteggiare le difficoltà organizzative del dover lavorare in un modo nuovo al tempo stesso connesso ma distaccato. La Pubblica Amministrazione si è adattata, ma senza essere completamente preparata alla nuova sfida, che è al contempo gestionale, tecnologica e culturale.

Lo smart working è destinato a diventare una modalità ordinaria di lavoro per la PA, anche se il suo utilizzo, in un percorso di ritorno alla normalità, non potrà che essere inferiore rispetto a quanto avvenuto durante la pandemia.

Con il D.L. 56/2021 (cosiddetto Decreto proroghe di primavera), recante “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi”, il Governo ha prorogato fino alla definizione dei contratti collettivi del pubblico impiego, e comunque non oltre il 31 dicembre 2021, le regole semplificare del lavoro agile della PA previste dall’articolo 263 del DL 34/2020 convertito in L. 77/2020 (Decreto Rilancio), senza vincolare più le Amministrazioni al rispetto della percentuale minima del 50% del personale.

A regime, i POLA – Piano Organizzativo Lavoro Agile, da approvare sulla base dei template pubblicati dal Dipartimento della Funzione Pubblica, restano il documento cardine della nuova organizzazione del lavoro mista in presenza e a distanza.

Le strutture pubbliche sono quindi chiamate a introdurre importanti cambiamenti sul piano delle dotazioni, della cultura organizzativa e della regolamentazione.

Formazione e affiancamento operativo

PROMO P.A. propone diverse modalità di formazione e affiancamento operativo in aula virtuale interattiva (scarica il PDF).
L’offerta si sviluppa nelle seguenti linee di intervento, coerenti con i piani formativi per dirigenti e dipendenti previsti nei POLA.

  • Dinamiche gestionali dello smart working | Organizzare il lavoro, coordinare i collaboratori e sviluppare le soft skills. Gestione dello stress e sindrome di adattamento. Benessere organizzativo.
  • Obblighi e responsabilità del datore di lavoro pubblico | Lavoro in sede: rischi e misure di sicurezza. Lavoro agile: dal regime semplificato agli accordi individuali.
  • Produttività e valutazione della performance in smart working | Modalità, obiettivi, indicatori e sistema dei controlli.
  • Nuove competenze digitali | I nuovi strumenti per il lavoro a distanza. Piattaforme integrate, cloud e strumenti di condivisione. Privacy e cyber security.
  • Sviluppo delle soft skills | Le competenze trasversali per l’autoorganizzazione del lavoro, la cooperazione e l’interazione a distanza

PROMO PA inoltre prevede percorsi mirati per la revisione dei processi interni e lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi fra smart working e lavoro in presenza. I percorsi sono costruiti sulla base delle esigenze e delle specificità dell’Ente committente.

I corsi rivolti alla dirigenza pubblica sono validi per la formazione obbligatoria in materia di flessibilità del lavoro pubblico e lavoro agile (art. 263 c. 3 D.L. 34/2020, Decreto rilancio).

Per maggiori informazioni: formazione@promopa.it; tel. 0583/582783

RICHIEDI UN’OFFERTA FORMATIVA PERSONALIZZATA

Per le altre aree tematiche della formazione in house clicca qui