Assistenza tecnica per un Piano di valorizzazione delle Terre di Sacra

Terre di Sacra. Lo stato dell’arte

Al principio del 2020 i comuni di Sant’Ambrogio, Avigliana, Chiusa San Michele, Valgioie e l’Unione Montana Valle di Susa hanno firmato un accordo di partenariato, includendo anche l’Associazione Amici della Sacra di San Michele e Gruppo DAI impresa, collettivo di imprenditori che opera in particolare sul territorio della Valle di Susa e della Cintura di Torino, per la valorizzazione del prodotto turistico Terre di Sacra (percorso già avviato con la DMO della Regione Piemonte) ponendosi come obiettivi lo sviluppo integrato della conoscenza e della valorizzazione dei beni del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico oltre che di promozione culturale, di sensibilizzazione e di sviluppo socio-economico integrato con finalità turistiche del territorio, e la promozione degli studi e delle azioni necessarie a livello territoriale ai fini della Candidatura a Patrimonio UNESCO della Sacra di San Michele (percorso iniziato nel 2016).

Dal percorso di auto analisi realizzato dal partenariato sono emersi importanti spunti per nuove azioni di sviluppo:

  1.  l’esistenza di una strategia di promozione turistica del territorio realizzata dall’Unione Montana che punta sul binomio cultura-outdoor a partire da quanto già strutturatosi negli anni grazie al lavoro coordinato dal Piano di Valorizzazione Tesori dell’Arte e Cultura Alpina;
  2. l’esecuzione di una prima mappatura embrionale di progetti locali che ha messo in evidenza tante progettualità collegate sui temi di mobilitò, valorizzazione culturale e promozione turistica realizzata ai fini della predisposizione di una scheda per la Regione Piemonte per l’inserimento di un progetto di azioni collegate alla fruizione della Sacra all’interno del Dossier di Candidatura al PNRR;
  3. la disponibilità del GAL piemontese Escartones e Valli Valdesi a pianificare ulteriori finanziamenti sul territorio per progettualità sperimentali sul territorio valsusino legate alla valorizzazione della “Rete Europea dei siti e percorsi di Sant Michel” di cui la Sacra di San Michele è principale attrattore sul versante italiano.

Il piano di valorizzazione delle Terre di Sacra

In questo quadro, la Consulta per la Valorizzazione dei beni artistici e culturali di Torino ha richiesto a Promo PA Fondazione un supporto per la definizione di un Piano di sviluppo territoriale a base culturale destinato ai Comuni delle Terre di Sacra, che ha come fulcro l’individuazione di progettualità per la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, inquadrate nel sistema economico sociale territoriale, provinciale e regionale, con un’attenzione costante agli obiettivi dell’Agenda Europea della Cultura e del PNRR.

Il Piano di sviluppo territoriale a base culturale è un documento operativo di programmazione a breve medio termine, utile a definire interventi strategici che vedono nella cultura l’asse portante della progettualità, ma si compenetrano e interagiscono anche con gli altri asset della progettazione territoriale, del settore culturale e le relative priorità.

Gli interventi di settore – se inseriti in una visione strategica – oltre che avere un valore in sé, producono importanti ricadute sul versante dell’economia e più in generale a livello identitario e di coesione sociale.
Inoltre, in un momento di contrazione dei fondi per la cultura, il Piano si costituisce come strumento per poter attivare tutte le risorse e le potenzialità economico finanziarie dei propri territori, al fine di ottimizzarne la valorizzazione in uno scenario che tenga conto sia delle opportunità dei finanziamenti europei, sia dei possibili interventi di privati e di enti.